Economia Canadese

LAVORO IN CANADA

Economia Canadese - Offerte di lavoro in Canada, permesso di lavoro e regime fiscale

lavoro in canada

Economia Canadese

Si sarebbe tentati di parlare di miracolo canadese se non fosse che le recenti perturbazioni mondiali inducono a restare con i piedi per terra quando si parla di economia. Ciò che è certo è che il Canada, come emerso dal World Economic Forum tenutosi a Davos a fine gennaio, ha un'economia che può contare su alcuni punti di forza: sistema fiscale, regole finanziarie stabili, una serie di interventi atti a favorire la competitività e quindi la crescita, e un occhio di riguardo per la ricerca e l'innovazione.

Il governo canadese ha varato una serie di interventi che, attraverso una sempre maggiore semplificazione e trasparenza, hanno stimolato la crescita degli investimenti. Basti pensare ad alcune azioni come quelle che hanno portato alla riduzione delle restrizioni che riguardavano gli investimenti stranieri nel campo delle telecomunicazioni; o come quello per cui investitori e imprenditori possono contare su tempi brevissimi per l'approvazione di grossi progetti a carattere economico.

L'economia canadese ha capito che crescita significa creare nuovi posti di lavoro e , sull'onda di questa consapevolezza, ha dato vita ad un sistema in cui i costi d'impresa sono relativamente bassi. E questo si traduce in nuove aperture e nuovi investimenti. Ricerca, sviluppo e potenziale accesso ad un mercato come quello nord americano completano il quadro di un'economia che cresce in modo costante e solido.

Il governo ha investito moltissimo in settori importanti per l'economia canadese come l'agricoltura e le attività di estrazione mineraria ma ha anche agito riducendo le aliquote fiscali per le imprese che godono anche di un credito d'imposta per stimolarne la crescita. Tutto ciò, insieme ad una finanza meno esposta alle intemperie mondiali ha portato gli economisti a prevedere un aumento reale del PIL pari a circa il 2,2%. Tra le misure per la crescita dell'economia canadese una delle più importanti è stata quella dell'eliminazione quasi completa dei dazi doganali sulle importazioni. Sembra la scoperta dell'acqua calda ma tutto ciò si è tradotto con un costante aumento di investimenti, soprattutto provenienti dall'estero: una cifra indicativa può essere quella secondo cui un posto di lavoro su dieci, in Canada, dipende proprio dagli investimenti stranieri.

grafico economia canadeseTutto ciò ha continuato a stimolare accordi commerciali con sempre più paesi; recentemente ne sono stati conclusi con Panama, Perù e Colombia e sono in corso trattative con Thailandia e Marocco. Nel corso dell'ultimo anno e mezzo più di 90 multinazionali estere hanno deciso di sbarcare in Canada. E anche molte azende italiane si stanno rivolgendo a questo mercato anche grazie all'accordo di libero scambio, quasi completato, tra Canada e Unione Europea. In un recente convegno organizzato a Milano dalla Camera di Commercio Italiana di Vancouver risulta che siano quasi 200 le imprese italiane operanti in Canada.

E in momenti difficili come questo l'economia canadese può contare anche su un sistema bancario tra i più solidi al mondo: la rivista Wired riporta una classifica, stilata dal Global Financial Magazine, da cui risulta che ai primi quattro posti della classifica delle banche più solide, ci sono proprio quattro banche canadesi con, in testa, la Royal Bank of Canada.


Scrivici se hai domande o commenti sul Canada

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento